ART. 1 – COSTITUZIONE E’ costituito il Comitato Genitori del Liceo Scientifico E.Fermi di Padova, in sigla Cgfermi.

ART. 2 – COMPOSIZIONE Il Cgfermi è composto, di diritto, da tutti i Genitori Rappresentanti di Classe o eletti nel Consiglio di Istituto e/o di Scuola – ai sensi delle vigenti normative – e da tutti i genitori degli alunni iscritti per l’anno scolastico.

ART. 3 – SEDE La sede del Cgfermi è istituita presso la sede principale della scuola cui si riferisce.

ART. 4 – FINALITA’ Il Cgfermi, che si dichiara apartitico ed aconfessionale, agirà senza scopo di lucro e nel pieno rispetto dei principi di democrazia e rappresentatività. Si prefigge lo scopo di svolgere una funzione di tutela, stimolo e collaborazione, sia con le istituzioni scolastiche, sia con le istituzioni pubbliche nell’ottica di: – rendere sempre più efficienti i servizi scolastici e più efficaci gli interventi educativi; – favorire la partecipazione dei genitori alla gestione della scuola; – migliorare la qualità dell’istruzione e della formazione globale dei propri figli. Il Cgfermi è un organismo autonomo e indipendente, basato sulla solidarietà, partecipazione e collaborazione dei genitori. Esso recepisce, elabora e promuove istanze degli alunni e delle rispettive famiglie, ponendosi come organo intermedio tra queste ultime e la Scuola, gli Enti Pubblici e le Associazioni, ispirandosi al principio di sussidiarietà. Il Cgfermi si propone di contribuire, nell’ambito delle proprie competenze, al buon funzionamento della scuola, tramite: a) la presentazione e la formulazione di proposte agli organi della scuola, quali ad esempio il Collegio dei docenti, il Consiglio di Istituto, o il futuro Consiglio di Scuola, nonché ai singoli componenti di tali organi, in merito a: – sicurezza, igiene, standard qualitativi degli ambienti, delle infrastrutture e degli accessori della scuola; – iniziative di informazione, formazione ed aggiornamento per i genitori; – progetti ed iniziative didattiche e\o educative scolastiche ed extrascolastiche; – progetti ed iniziative di partnership scuola-famiglie; – ogni altra questione giudicata meritevole. b) l’ascolto degli alunni; c) l’impegno a rispondere alle istanze inviate dai genitori al comitato medesimo.